Materiale
Informativo
avatar

Alessandro Marzocchi

6 mesi fa

Mercoledi 11 settembre 2019 H 10.45

Il G20S 2019 è l'edizione 2019 del tavolo permanente delle 20 più importanti destinazioni balneari italiane; copio il testo del position paper, cioè l’introduzione al tavolo di discussione su Sicurezza.
In calce commenti e/o proposte sintetiche.
*§* *§* *§*

Sicurezza.
Analisi.
Le località balneari italiane sono, nella maggioranza dei casi, comuni di dimensioni limitate, spesso con meno di 20 mila abitanti. Piccole cittadine che durante le stagioni estive ospitano però milioni di turisti, sopportando un impatto fortissimo a vari livelli e in particolare sui servizi.
Sulla sicurezza si è trasferita molta competenza ai Comuni senza dotarli di strumenti legislativi chiari per poter intervenire direttamente. Se a ciò aggiungiamo l’inefficacia delle sanzioni, la carenza di personale della Polizia Locale, l’abusivismo commerciale, le criticità a cui devono far fronte i singoli Comuni sono molte e spesso affrontate in stato di emergenza o con strumenti diversi a seconda dei contatti, possibilità, contesti. Ma sicurezza significa anche garantire servizi di pronto intervento e assistenza sanitaria nelle spiagge.
Programmazione.
Partire dalle buone pratiche e da singoli progetti già testati dai singoli Comuni e metterli a sistema per creare una identità di destinazione che riconosce, tra i valori aggiunti, anche la sicurezza. Punti di primo soccorso, illuminazione della battigia, lotta e prevenzione dell’abusivismo, controllo del territorio attraverso sistemi di videosorveglianza e controllo da remoto, presenza fisica di personale addetto in situazioni considerate di elevato rischio ( p.e. in occasione di eventi, iniziative notturne, aree soggette a scarsa illuminazione). Alla carenza di personale della Polizia Locale per i limiti alle assunzioni si potrebbe far fronte assegnando nuove competenze ai concessionari della spiaggia, che in qualità di incaricati di pubblico servizio potrebbero sanzionare i venditori abusivi o segnalare situazioni illegali.
Strategia.
Elaborare azioni di comunicazione e informazione verso i pubblici interni e i pubblici esterni per innalzare la percezione di destinazione balneare come destinazione sicura. Oggi la sicurezza viene percepita come valore, e come tale deve essere promossa. Innalzare la qualità complessiva dei servizi di controllo e prevenzione facendoli diventare essi stessi parte dei servizi dell’offerta integrata dell’offerta
turistica del territorio balneare. Creare una sistema di sicurezza integrata.
Proposte & Temi da affrontare al tavolo.
Sicurezza sulla costa, abusivismo commerciale, assistenza sanitaria in spiaggia: verso un sistema di sicurezza integrata.
*§* *§* *§*
Commento, proposte.
"Chiedo aiuto ma ... non so dove sono": è accaduto, spesso il turista è nuovo del luogo e succede che questa sia la sua richiesta ma oggi la tecnologia offre soluzioni al problema, come la localizzazione del cellulare da cui parte la chiamata (Advance mobile location Aml, non ancora disponibile in Italia), un altro aiuto viene dal numero unico per chiamate di emergenza (numero unico la cui realizzazione ritarda per le abituali lentezze del nostro paese): le località turistiche hanno un interesse in più per chiedere l’attivazione di questi servizi.
Assistenza sanitaria. Una proposta: incentivare la presenza di alcuni servizi mobili (ambulanze e personale addetto) spostati dalle città nei luoghi di villeggiatura?
Controllo del territorio; carenza di personale nella polizia locale. Proposta analoga: incentivare la presenza di alcuni servizi mobili (mezzi e personale addetto) spostati dalle città nei luoghi di villeggiatura?
Video sorveglianza. Per la sicurezza di ospiti, ed anche di residenti, più di una località avrebbe vantaggi significativi da telesorveglianza mobile, cioè da immagini registrate da inviare alle autorità di pubblica sicurezza ed effettuate con videopattugliamento da mezzi anche autonomi, senza autista.

 

Nessuna risposta inviata