Ciclabile: consegna firme al Comune.

Alessandro Marzocchi

2 anni fa Condividi | (all’origine pubblicato venerdi 12 ottobre 2018 H 14:58:00)
COMUNITA’ di PUNTA ALA ha raccolto numerose firme di persone che chiedono di realizzare la ciclabile verso Pian d’Alma.
Grazie a chi ha firmato la petizione ed a chi si è impegnato nella raccolta firme.
Le firme saranno consegnate al Comune sabato 20 ottobre 2018, ore 12 in Punta Ala, Gualdo, delegazione comunale.
Il sindaco Giancarlo Farnetani e la vicesindaco Elena Nappi hanno assicurato la loro presenza.
Tutti gl’interessati sono invitati ad intervenire. Si anticipano alcune domande rivolte al Comune: ° Quando si prevede l’inizio e la fine lavori del tratto castiglionese della ciclovia tirrenica? ° Il Comune (od altra istituzione pubblica) realizzerà anche la ciclabile Pian d’Alma Punta Ala? Con quali caratteristiche? Quando se ne prevedono inizio e fine lavori?   ° Per favorire la realizzazione della ciclabile Pian d’Alma Punta Ala, il Comune approverà e pubblicherà il tracciato con le stime di spesa, affinchè si possano chiedere contributi privati? Quando?  ° Punta Ala ritiene che il Comune l’abbia trascurata per lungo tempo, apprezza il recente impegno e chiede che esso prosegua con continuità; per favorire una manutenzione pubblica attenta e tempestiva chiede al Comune di approvare un regolamento di partenariato civico, ai sensi della legge (11 novembre) 2014 n 164: qual’è l’orientamento in merito del Comune? Per informazione, si copia di seguito il testo di legge.
«articolo 24.
I comuni possono definire con apposita delibera i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi su progetti presentati da cittadini singoli o associati, purché individuati in relazione al territorio da riqualificare.  Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano. In relazione alla tipologia dei predetti interventi, i comuni possono deliberare riduzioni o esenzioni di tributi inerenti al tipo di attività posta in essere. L’esenzione è concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attività individuate dai comuni, in ragione dell’esercizio sussidiario dell’attività posta in essere. Tali riduzioni sono concesse prioritariamente a comunità di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute».   Commenti
* Victor Poppi sabato 13 ottobre 2018 08:44:00 CEST
In attesa di una realizzazione definitiva, chiediamo a Sindaco e Vice Sindaco di mettere in sicurezza un percorso PEDONALE, a fianco del tratto di SP61 che dal curvone del Bagno Gallia porta alla fine del Bagno Quadrifoglio, dopo il quale è possibile entrare, pur con qualche difficoltà, nell’antico percorso litoraneo di via della Dogana. Ho scritto appositamente pedonale perchè necessita di minori vincoli e minore spazi rispetto ad un percorso ciclabile.
* Salvatore Sardo, martedì 16 ottobre 2018 12:04:00 CEST, ricevuto vi mail da Salvatore Sardo, si ricorda che non saranno pubblicati contributi anonimi.
Cari amici quest’estate abbiamo fatto passi importanti per rendere più credibile la nostra associazione e in quest’ambito l’anno tema della ciclabile.
Penso sinceramente che la nostra “marcia” Punta Ala /campeggio sia stata un gesto concreto che ha visto anche l’amministrazione, nella persona della vice sindaco Professoressa Elena Nappi, sinceramente coinvolta.
Adesso però dobbiamo dare concretezza alle idee, io ho più volte suggerito su questo portale di provare ad immaginare un percorso ciclabile nella pineta in attesa della soluzione definitiva, ho chiesto,anche a voce, al responsabile del camping Thomas Daddi, di provare ad immaginare cosa significa in termini di costi e di eventuali autorizzazioni, non escludendo, come associazione, di poter dare un contributo.
Chiedo anche a Victor Poppi essendo anche lui più a portata di mano, di non mollare la presa. La petizione l’avevamo già firmata durante la pedalata ma se serve pronto a rifirmare.
Inoltre mi ero anche dichiarato pronto a far ricevere l’eventuale delegato del comune e/o della regione in Cassa Depositi per eventuali finanziamenti, anche attraverso il credito sportivo.
Fatemi sapere se condividete e i prossimi passi.
Salvatore Sardo
* alessandro marzocchi martedì 16 ottobre 2018 12:18:00 CEST
Cominciamo!
Piuttosto che niente è meglio piuttosto, ricorda il detto popolare con saggezza.
Cominciamo con un primo percorso semplice.
Salvatore Sardo ci dice due cose: qualcuno è disposto a contribuire alle spese.
Si può chiedere a Cassa depositi e prestiti di verificare possibili finanziamenti anche attraverso il credito sportivo.
Parafrasando padre Dante: le soluzioni ci sono, chi le cerca?
Cominciamo! Senza rinunciare ad una ciclabile, e pedonale, adeguata a caratteristiche e spirito della Maremma e di Punta Ala – … sostenibilità? – ed in attesa dei tempi delle burocrazie, mai brevi e che è sempre più difficile accettare.
* Luigi Lotterio mercoledì 17 ottobre 2018 10:45:00 CEST
Proporrei di affiancare alla ciclabile una pedonale ben delimitata per evitare le interferenze tra pedoni/runners e ciclisti.
* alessandro marzocchi sabato 20 ottobre 2018 22:21:00 CEST
Grazie ad Angelo Fedi, presidente Fiab Grosseto, per essere intervento alla consegna firme e per la tempestiva cronaca sulla pagina Facebook di Comunità di Punta Ala.
I sorrisi del sindaco Farnetani, del vicesindaco Nappi, di Angelo Fedi e del nostro vicepresidente Verrienti non devono allontanarci dalla concretezza, 1715 firme chiedono di realizzare la ciclabile.    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.